SMALTIMENTO AMIANTO CUSANO MILANINO - RIMOZIONE E SMALTIMENTO AMIANTO, Coperture per tetti, Posa, Rifacimento, Lattoneria, Linea vita, VL-Ventimiglia srl.

V.L. Ventimiglia Lattoniere srl - Lissone (MB)
Via delle Industrie 5 - Mail: info@vlventimiglia.com

RIFACIMENTO E COPERTURE TETTI
POSA - RIPARAZIONE
LAVORI DI LATTONERIA
AMIANTO RIMOZIONE E SMALTIMENTO
039.5962238
331.6753265
039.5962567
LINEE VITA CERTIFICATE
DETRAZIONI FISCALI
FINO AL 65%
RISPARMIO ENERGETICO
Orari Uffici e Showroom
Vai ai contenuti

Menu principale:

SMALTIMENTO AMIANTO > Smaltimento Amianto Milano e Provincia
Rimozione e Smaltimento Amianto Eternit a Cusano Milanino
                                                               
Rimozione  Amianto Eternit – Messa in sicurezza – Rilascio certificazioni

L’amianto è stato in passato molto utilizzato sotto forma di lastre in eternit sia piane che ondulate per coprire abitazioni civili o capannoni industriali. Talvolta questo materiale così versatile poteva essere impiegato per coibentare diverse tipologie di tubature. L’eternit è un marchio registrato ed è un impasto di cemento e fibre di amianto.
È stato Ludwig Hatschek a brevettare nel 1901 il cemento addizionato con amianto dandogli il nome di Eternit per la sua lunga durata nel tempo. Solo un anno dopo Steinmann acquistò la licenza per produrlo su larga scala. In pochi anni il rivoluzionario materiale disponibile sul mercato a prezzi concorrenziali divenne molto popolare e si diffuse a macchia d’olio in tutta Europa.
Nel nostro paese la produzione di questo materiale edilizio è terminata nel 1994 anche se già dal 1962 già in tutto il mondo era noto che le fibre e le polveri d’amianto fossero molto pericolose per la salute e provocassero forme di cancro molto gravi e difficili da curare come il mesotelioma che distrugge la pleura dei polmoni. Le ditte produttrici di Eternit hanno continuato a produrre i loro manufatti nonostante fossero a conoscenza dell’alto rischio a cui erano sottoposti i loro operai. L’eternit veniva impiegato per realizzare non solo coperture e isolamenti ma anche vasche per gli acquedotti e per i depuratori, tubazioni e per molti altri scopi.
Attualmente l’amianto, per la sua comprovata tossicità, non viene più prodotto né messo in commercio ma ancora è molto quello che si trova in circolazione istallato come copertura di tettoie, canne fumarie o per altri scopi edilizi. Chi ha ancora dell’eternit collocato in uno o più punti della propria abitazione è obbligato a rimuoverlo solo se è sfaldato o se presenta segni evidenti di deterioramento. In caso contrario può far eseguire da apposite aziende trattamenti adeguati atti a fissare e bloccare le fibre di amianto. La normativa nazionale che regola la bonifica dell’eternit è la legge 257/1992 e la normativa di sicurezza D.Lgs. 81/2008.
Ogni cittadino ha il dovere di denunciare la presenza di amianto sia all’interno della propria abitazione che in qualsiasi altra struttura pubblica o privata che sia. Può telefonare direttamente all’Ufficio Amianto o al Servizio di Tutela Ambientale del comune di residenza oppure compilando un apposito modulo di autocertificazione scaricabile online da inviare poi tramite posta sempre al comune o alla Asl di competenza.
Appena l’ente preposto riceverà la notifica si metterà in moto e farà produrre dal proprietario dell’immobile sotto accusa una certificazione del rischio redatta da tecnici specializzati nel settore con tanto di patentino regionale abilitante per la verifica delle condizioni dell’amianto.
Durante uno scrupoloso sopralluogo a Cusano Milanino, il tecnico dovrà valutare le condizioni di friabilità dell’amianto nonché se sulla superficie ci siano o meno affioramenti evidenti delle fibre di amianto. Inoltre verificherà con oculatezza la presenza o meno di stalattiti causate proprio dalle fibre incriminate in corrispondenza dei punti di solo dell’acqua.
Il proprietario dovrà provvedere a bonificare la copertura o gli altri materiali di eternit secondo il responso rilasciato dal tecnico.
Rimozione eternit Cusano Milanino

Fino a qualche anno fa l’amianto veniva impiegato in molti campi per le sue eccellenti caratteristiche di isolamento termico e di isolamento elettrico. Poco dopo è stato scoperto quanto le sue fibre fossero dannose per la salute soprattutto in alcuni manufatti composti dall’impasto di cemento e amianto noto col nome di eternit.
L’esposizione sia pur di breve durata all’eternit può far insorgere tumori polmonari e mesotelioma ovvero il cancro alla pleura. I materiali in fibrocemento risultano particolarmente pericolosi per la salute soprattutto quando iniziano a deteriorarsi sfaldandosi.
Esistono alcune regole che impongono lo smaltimento dell’eternit che prevedono ad esempio la loro rimozione solo nel caso in cui presentano evidenti segni di deterioramento o lesioni di varia natura. La bonificazione può essere eseguita da personale altamente specializzato che possa rilasciare le apposite certificazioni ISO.
L’azienda Ventimiglia Srl esegue lavori di rimozione e bonifica amianto deteriorato in tutta la provincia di Monza e Brianza garantendo una professionalità eccellente e il disbrigo di tutte le pratiche burocratiche. Affidandovi alla loro competenza avrete la certezza di ottenere tutte le certificazioni richieste dalla legge in breve tempo e un servizio di alta qualità.
Ogni pezzo di eternit smantellato non può in alcun caso essere riutilizzato ma va smaltito in discariche preposte al suo trattamento. Sia l’incenerimento che l’interramento o la frantumazione non sono consentiti.
La bonifica dell’amianto può essere fatta solamente da ditte competenti che a loro discrezione possono adoperare tre diversi sistemi quali la sovra copertura, l’incapsulamento e la rimozione.
La sovra copertura si può utilizzare quando l’eternit è ancora in buono stato e non presenta segni evidenti di deterioramento. Prima però bisogna accertarsi che la struttura portante possa sorreggere senza problemi il peso della copertura e per far ciò è necessario far eseguire da un ingegnere delle rilevazioni atte a ricalcolare la portata.
L’incapsulamento invece si adopera quando la parte di eternit da rimuovere non presenta zone totalmente deteriorate. L’eternit viene impregnato con sostanze capaci di legare fra di loro in maniera molto forte le fibre d’amianto. Talvolta queste vernici vengono addizionate a specifici additivi che hanno il vantaggio di aumentare la resistenza delle superfici trattate incrementandone anche la loro durata nel tempo.
La rimozione si esegue solo nel caso di eternit molto deteriorato che non è possibile più lasciare nella sua sede. Durante la rimozione tutta l’area circostante viene trattata per evitare al massimo la dispersione delle particelle più piccole di amianto e, appena conclusa l’operazione, bisogna detergere tutte le superfici ad umido per rimuovere eventuali residui.
Sia l’incapsulamento che la sovra copertura sono sottoposte a controlli periodici e ad interventi di manutenzione molto scrupolosi.
Tutte le ditte specializzate nella rimozione dell’eternit, come ad esempio la Ventimigia Srl con sede legale a Lissone in provincia di Milano, hanno delle convenzioni con le Aziende Sanitarie Locali e con le regioni e quindi, per usufruire dei finanziamenti pubblici stabiliti per chi decide di bonificare l’amianto ci si può interpellare direttamente la ditta oppure richiedere informazioni all’agenzia regionale dell’ARPA.

Messa in sicurezza a Cusano Milanino

La rimozione e il relativo smaltimento, l’incapsulamento e il confinamento dell’amianto sono regolati da apposite leggi dalle quali non si può prescindere.
Con una apposita legge siglata il 27 marzo del 1992 ovvero la numero 257 in Italia è stata vietata la produzione, la commercializzazione, l’estrazione, l’esportazione e l’importazione dell’eternit e successivamente con un decreto legislativo è stato regolato lo smaltimento e la bonifica del fibrocemento.
Esistono metodologie atte ad impedire all’eternit già posato da tempo di sfaldarsi come ad esempio l’incapsulamento.
Con l’incapsulamento l’eternit non viene rimosso dalla sua sede ma una squadra di operai specializzati interviene direttamente in loco per metterlo in sicurezza nella maniera più appropriata. L’eternit viene spruzzato con un sistema conosciuto col nome di airless con prodotti poliuretanici ad alta penetrazione che legano in maniera indissolubile le fibre d’amianto. In questo modo l’eternit diventa estremamente stabile e sicuro in quanto la pellicola superiore gli impedirà di sfaldarsi. Questo sistema offre diversi vantaggi come ad esempio un migliore isolamento termico e un’impermeabilizzazione che dura a lungo nel tempo. Riesce a consolidare qualsiasi copertura in amianto rendendola addirittura calpestabile, è un intervento veloce anche se oneroso.
È uno dei sistemi rapidi e meno invasivi. Con questo modo non viene prodotto alcun rifiuto altamente tossico o nocivo difficile da smaltire. È l’opzione migliore da scegliere quando, per evidenti caratteristiche tecniche della superficie interessata, non si è obbligati a rimuovere la copertura
Esiste un altro sistema di messa in sicurezza dell’eternit nota col nome di confinamento. Consiste nel sottoporre l’amianto ad un doppio trattamento ovvero l’incapsulamento e il successivo isolamento delle lastre di amianto per mezzo di una barriera. È un trattamento molto costoso e ha bisogno di periodiche verifiche di sicurezza.
La rimozione definitiva e il successivo smaltimento è la soluzione definitiva per eliminare gli elementi di eternit tramite il loro successivo smaltimento. L’operazione richiede mano d’opera altamente specializzata e uno smaltimento eseguito secondo normative molto rigorose. Ogni singola porzione di amianto, una vota smantellata, deve essere racchiusa in sacchi non deteriorabili e protetti con tali in materiale plastico ben sigillati. Dopo un’accurata etichettatura questi rifiuti speciali vengono trasportati nelle discariche atte a smaltire a norma di legge l’eternit.

Rilascio certificazioni a Cusano Milanino

Dopo che un ambiente è stato bonificato da amianto, l’azienda incaricata dei lavori deve rilasciare una certificazione di restituibilità. È un documento fondamentale e obbligatorio utile al proprietario dell’immobile per avere la garanzia di poter vivere in un ambiente totalmente sanificato.
Per ottenere questo certificato la bonifica dovrà essere stata fatta a norma di legge secondo quanto stabilito dalle norme attualmente in vigore sul territorio italiano ovvero il D.Lgs. 257/92 e il D. Lgs. 277/91. La legge stabilisce inoltre che la bonifica dovrà essere eseguita da una ditta specializzata dotata dei necessari certificati di idoneità redatti dal medico del lavoro di competenza e dovrà essere in possesso degli attestati di frequenza al corso specifico della bonifica e rimozione dell’amianto.
L’azieda Ventimiglia Srl che opera da anni nel settore con esperienza comprovata esegue interventi di messa in sicurezza dell’amianto ed è in grado di rilasciare tutte le certificazioni del caso. La Ventimiglia Srl esegue lavori in tutto il territorio della provincia di Monza e Brianza.
Effettua sopralluoghi con tanto di rilevazioni fotografiche e prelevamenti di campioni per analizzare a fondo le superfici da bonificare e redige accurati preventivi. Si occupa di espletare tutte le pratiche burocratiche e mette nero su bianco i piani di lavoro secondo quanto richiede l’articolo 34 del decreto legislativo 227/91 da presentare alla Asl di competenza per ottenere il nulla osta a procedere.
Una volta che l’azienda arriva sul luogo dell’intervento provvede a delimitare le aree di lavoro e successivamente si adopera per la bonifica dell’eternit.
A lavori terminati ripulisce gli ambienti sia con acqua che con gli appositi aspiratori dotati di filtri assoluti. I materiale eventualmente rimossi vengono portati via con mezzi autorizzati dotati di tutte le misure di sicurezza. Dopo aver effettuato lo smaltimento nelle apposite discariche l’azienda rilascerà in maniera tempestiva la certificazione di bonifica al proprietario dell’immobile interessato dall’intervento.
Smaltimento Amianto
VL VENTIMIGLIA propone i propri servizi di rimozione e smaltimento amianto anche a Cusano Milanino


V.L. Ventimiglia Lattoniere srl

Via delle Industrie, 5 -  Lissone (MB) 20851

039.5962238 - Fax: 039.5962567

331.6753265

info@vlventimiglia.com
Copyright © 2017 - V.L. Ventimiglia Lattoniere srl - Sede legale, Uffici e Produzione: Via delle Industrie, 5 - 20851 Lissone (MB)
| P.IVA 05993070969
____________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________
posizionamento siti: bfwebsolution
Torna ai contenuti | Torna al menu